evento

SALTO OSTACOLI

Image

On line il Programma del CSI “Cavalli a Roma

Anche quest’anno è il concorso internazionale indoor CSI2* CSI1* ospitato a Roma nella prestigiosa sede della Nuova Fiera Roma, situata alle porte di Fiumicino, ad inaugurare dal 16 al 18 febbraio la stagione del salto ostacoli internazionale in Italia.

È disponibile L’avant-programma dell’evento (che offre un montepremi complessivo di € 61.200 di cui 25.000€ in palio sul Gran Premio del CSI2*, categoria valida ai fini dell’acquisizione dei FEI Longines Ranking points, gruppo “D”, e 5.000€ sul Gran Premio del CSI1*).

 

Ascolta Horse Radio

Leggi altre news

NIENTE PIÙ GARE PER LA BIOESTHETIQUE SAM

Image

In occasione della conferenza stampa prima degli Stuttgart German Masters, Michael Jung ha ufficializzato il ritiro dai campionati di Sam.

Il castrone di diciassette anni, al fianco di Michael Jung da quando aveva solo cinque,  ha vinto due Olimpiadi (Londra 2012 e Rio 2016), i campionati del mondo 2010 e la finale di Coppa del Mondo del 2008 e 2009.

Questa decisione è stata presa dopo il CCI 4* di Pau, quando Jung ha scelto di ritirare Sam poiché lo sentiva un po’ rigido. Da lì, la decisione di non sottoporlo più alla pressione che un campionato comporta.

Leggi altre news di Horse Radio!

Ascolta la nostra web radio!

DRESSAGE: NUOVA CONFERMA PER ISABELL WERTH E EMILIO

Image

Un nome, una garanzia quello di Isabel Werth che in sella a Emilio conferma nuovamente la supremazia nella disciplina del dressage, presentandosi a Lione più agguerrita che mai e forse anche un po’ scomoda nelle vesti di seconda classificata, in cui è stata relegata durante la prima tappa del circuito ad Herning.

 

Complice il sentimento di rivalsa, la dressagista teutonica stavolta non ha lasciato spazio di replica ai suoi avversari ed è tornata alla ribalta conquistando il rettangolo di Lione in sella al suo castrone di undici anni.

 

Equita Lyon ha visto i quindici binomi più talentuosi al mondo sfidarsi a colpi di piaffe  e passage, raggiungendo la perfezione in un climax che è culminato con la performance di Isabell Werth: il suo freestyle ha superato l’80% arrivando addirittura a ottimizzare la percentuale di 86,115% – il verdetto finale questo, che ha sbaragliato tutta la concorrenza.

Gli sforzi degli altri dressagisti in gara sono stati vani in quanto raggiungere, o meglio superare, il risultato della Werth, si è rivelata impresa impossibile.

 

Beatriz Ferrer-Salat ha registrato il punteggio più vicino a quello della vincitrice, registrando in sella a Delgado la percentuale di 82,630%; al terzo posto vediamo invece Patrik Kittel e Deja con 81,555%.

La Coppa del Mondo di Dressage ora lascia la Francia per approdare in Germania e dar vita alla terza tappa del circuito, dove tutte le carte verranno rimescolate e la lotta per l’apoteosi dell’eleganza potrà continuare indisturbata.  Appuntamento quindi a Stoccarda il 18 novembre alle 14.30.

FEI WORLD CUP JUMPING

Image

A soli sette giorni dalla tappa di Verona, gli atleti mondiali del salto ostacoli si sono ritrovati a Lione per il quarto appuntamento del circuito di FEI World Cup. Tre gli azzurri in gara nel rendez-vous d’oltralpe: Piergiorgio Bucci, che si presentava in sella a Driandria, Emanuele Gaudiano con Caspar ed infine Alberto Zorzi con Danique, cavalla esordiente nel GP di coppa del mondo.

 

Ottima la gara di Piergiorgio Bucci: il cavaliere abruzzese porta a casa due percorsi netti, guadagnando la settima posizione e non potendo però competere con le velocità indiavolate dei binomi di testa tra cui Delestre, Von Eckermann e Guerdat.

 

Simon Delestre, insieme a Ryan des Hayettes, ha imposto un ritmo forsennato alla prova di barrage, senza lasciare possibilità alcuna agli avversari entrati dopo di lui, ovvero Roger-Yves Bost ed Enrik von Eckermann, che si posiziona poi secondo in classifica, in sella a  Mary Lou, seguito da Steve Guerdat e Bianca.

 

Niente barrage per Emanuele Gaudiano, che commette errore sul’ultimo ostacolo del percorso base del FEI, anche se Caspar fino a quel momento aveva portato a termine una prestazione positiva. Alberto Zorzi invece impegnava una Danique al suo primo Gran Premio di Coppa del Mondo: due errori e 25° posto, ma al termine di un concorso per lei complessivamente positivo che annovera tra i suoi risultati due zeri e un 9° posto nella gara grossa di venerdì.

FIERACAVALLI 2017: COME È ANDATA E CHI HA TRIONFATO

Image

Si è concluso con successo l’appuntamento della Fieracavalli di Verona nel quale le discipline, sotto l’egida Fitetrec Ante, hanno visto disputarsi le finali dei propri campionati, dagli italiani agli europei fino alle prove riservate ai giovani cavalli.

Nel Barrel Racing, disciplina gestita dalla National Barrel Horse Association, NBHA, a fianco di Fitetrec Ante, la ventenne Francesca Adamo ha vinto su tutti gli altri partenti nell’Europeo. L’amazzone calabrese, in sella al fidato FR Firewater Request, ha trionfato a Fieracavalli lasciandosi alle spalle il cavaliere emiliano Federico Redrezza, che ha conquistato secondo e terzo posto rispettivamente in sella a Famous N Easy e a Famous Streaker. Francesca ha anche scalato la classifica della Top 20, davanti alla corregionale Alessandra Lanteri su A Streakin Frost, secondi, e al cavaliere lombardo Giovanni Fascì in sella a Corona Firewater, terzi.

Giovanissima l’amazzone che ha letteralmente sbancato Fieracavalli anche nel Pole Bending in sella alla sua cavalla Nebbia, nata nella tenuta laziale di famiglia. A 11 e 8 anni di età Desirè Berardi e Nebbia hanno messo a segno eccellenti prove, veloci e precise, battendo così l’emiliano romagnolo Giancarlo Zoboli in sella a Spot Light Nic, secondi, e il lombardo Eliano Aucello su SF lenas Dan. Desirè ha anche trionfato nella Top 10, battendo nuovamente il siciliano Eliano Aucello, secondo, e il campione Giovanni Adamo su Miss Master Monster, terzi.

Il Futurity, gara riservata ai cavalli di 4 anni, è stato vinto invece dal trainer abruzzese Federico Tanzi in coppia con Famous Very Easy, che ha superato in rapidità e assenza di errori l’emiliano romagnolo Matteo Bergamini su Hope Olena, secondi, e il laziale Antonio Sbardella su LV Streakin TA Fire, terzi.

Uno degli spettacoli tenutosi a Fieracavalli 2017

 

Leggi le altre news di Horse Radio!

Ascolta la nostra web radio!

 

CHI DI GINEVRA MIGLIOR EVENTO DELL’ANNO

Image

Per la nona volta il Geneva International Horse ShowCHI,  è stato votato come Miglior Evento dell’anno secondo L’Année Hippique.

Questo premio vuole celebrare i frutti del lavoro svolto sia dal comitato organizzatore che dai volontari che da tempo collaborano per rendere ogni anno il l’evento di Ginevra uno degli eventi di maggior successo nel panorama internazionale.

Online, le community dell’ IJRC e dell’ Horse International Year Book hanno votato il CHI come miglior evento al mondo per la nona volta.

La cerimonia di premiazione si terrà al Palaexpo di Ginevra durante la giornata di domenica 10 dicembre, prima della categoria clou dell’edizione 2017: parliamo, ovviamente, del Rolex Grand Prix che, come di consueto, si svolgerà nel pomeriggio dello stesso giorno.

Il comitato organizzatore e i volontari saranno invitati in campo a ricevere il premio.

CHI di Ginevra

 

Leggi le altre news di Horse Radio!

Ascolta la nostra web radio!